Chi siamo

Le Terre di Marinella è

Le Terre di Marinella, honey feeling!


Tutto nasce da Montezemolo

Montezemolo e il miele. Una storia lunga, che si perde nelle decadi e che ci aiuta a comprendere meglio lo spirito che ci ha guidati nel fondare questa piccola realtà aziendale.
Il Comune di Montezemolo, conosciuto anche come “Porta delle Langhe”, ha sempre visto i suoi contadini possedere almeno tre o quattro “buj d’avìe” (alveari) a mo’ di integrazione, non soltanto al reddito, bensì alimentare.
Negli anni, poi, la particolare flora ed anche il clima umido dell’altopiano solcato dal torrente Belbo ha permesso una fiorente produzione anche di polline così come degli altri derivati dell’alveare, tra i quali spicca per importanza la propoli.
Oltre un trentennio fa, l’allora Amministrazione Comunale decise di dedicare al miele ed alle api una Fiera, da tenersi nella prima settimana di luglio. Essa rivendicava una storia ancora più vecchia, quale quella della “Campionaria Fiera Napoleonica”, vale a dire quell’evento – svoltosi durante la Campagna d’Italia del generale còrso – che vide i piemomntesi ribellarsi alle truppe occupanti e riprendersi il bottino di guerra per poi rivenderlo nella piazza del paese.
Da allora è stato un crescendo: una piccola manifestazione è divenuta nel tempo un appuntamento immancabile. nel 1996 la qualifica di “Regionale” e nel 2002 l’entrata – quale Comune costituente – dell’Ass. Naz. “Le Città del Miele”, della quale Montezemolo ha ricoperto per 4 anni il ruolo di Presidente.
Oggi, che l’iniziativa fieristica è stata abbandonata, Montezemolo continua ad attirare appassionati apicoltori che fanno nomadismo e che vengono alla ricerca delle migliori fioriture presenti: dal ciliegio al tarassaco, dall’acacia, al castagno per arrivare, nei periodi più fortunati, alle prelibatezze del tiglio e ad un millefiori estivo di ottima qualità.
Montezemolo è imprescindibile per “Le Terre di Marinella”: senza questa terra, senza questa storia non ci sarebbe la nostra esperienza artigianale.